Visual Seo Studio (Recensione)

manage-screenshotsIn un precedente post su Visual Seo Studio ho messo in evidenza i fattori chiave del software ed ho pubblicato un intervista via email con Federico Sasso. L’intervista è stata anche l’occasione per mettere meglio in evidenza le principali caratteristiche di questo programma Seo per ora in versione Beta.

In questo post, invece, vorrei mettere in evidenza alcune caratteristiche che ho avuto il piacere di apprezzare in test eseguiti di recente.

Principali caratteristiche tecniche di Visual Seo Studio

  • Rapida scansione del sito – Il sito Internet oggetto di analisi può essere scansionato molto rapidamente e senza inutili e fastidiosi intoppi. Questo aspetto consente di eseguire scansioni di siti anche di una certa dimensione in modo più agevole rispetto ad altri programmi. Infatti, vi sono programmi Seo come WebCEO che tendono a bloccarsi (forse meglio dire ad andare in tilt sigh!) durante la scansione di siti in Joomla o WordPress.
  • controllo di Google Analytics – E’ importante che il codice di tracking sia impostato in modo corretto in modo tale da poter ottenere dati corretti per una successiva analisi. Questa funzione consente di verificare l’eventuale presenza di anomalie. Vi sono buoni margini di miglioramento ma il punto di partenza è ottimo.
  • Controlli approfonditi di Title e Meta description – I controlli su Title e Meta Description sono ben impostati e la possibilità di controllare gli snippet rende molto più agevole il lavoro non solo a livello Seo ma anche in termini di analisi delle conversioni del traffico organico.
  • Ho apprezzato molto la possibilità di analizzare l’albero di navigazione del sito potendo controllare cartelle e sottocartelle oltre i percorsi dei file. Visual Seo Studio è impostato a misura di Seo interessato ad analizzare il sito Internet prima ancora di eseguire  alcun tipo di intervento. A differenza della stessa Search Console di Google (ex Strumenti per Webmaster di Google) i dati scaricati in formato Excel e quelli consultabili tramite software non sono impostati allo stesso modo e gli Excel rappresentano (giustamente) delle note da sfruttare per ulteriori analisi.
  • Controlli su Url canonical – E’ incredibile quante volte non è definito un Url canonical e, quindi, quante duplicazioni interne si generano. Il check degli Url canonical consente proprio di sapere dove intervenire.

Cosa cambierei rispetto alla versione attuale?

  • A mio avviso il software è carente in termini di controllo dei contenuti. Ossia, visto e considerato come Google valuta pagine Web carenti a livello di contenuti, effettuare dei check sui contenuti delle pagine oltre che su Title e Meta Description. Siteliner esegue controlli molto efficaci in tal senso ed è un tool Seo online molto utile di cui consiglio l’utilizzo.
  • Immagini e link interni – L’attributo alt delle immagini ed il title dei link meriterebbero di essere scansionati così come le pagine di destinazione dei diversi link. Idem dicasi per gli anchor text dei link.

In linea generale, credo sia consigliabile un focus su tutto quello che consente di effettuare un Audit Seo approfondito del sito in modo tale da ottenere un prodotto concretamente diverso dalla media, professionale ed efficace.

Infine, è importante ricordare che non sempre il consulente Seo dispone di tutti gli accessi necessari per analizzare in modo approfondito un sito. Basti pensare, per esempio, all’assenza di accessi FTP oppure ad un accesso limitato a Strumenti per Webmaster di Google. Software come Visual Seo Studio ed altri consentono di effettuare dei check approfonditi a livello Seo senza disporre di accessi ad account Google e simili.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *