Come controllare il posizionamento dei siti Internet

By | 1 marzo 2013

Questo post vuol essere una raccolta di indicazioni utili per un più efficiente Ranking Checker (Controllo del Ranking) a prescindere dal fatto che tu scelga di usare o meno un software come Web CEO o proceda manualmente. Spero che chi si affaccia al SEO per la promozione online del proprio sito o di siti Internet di dei primi clienti possa trarre il massimo beneficio da quest’analisi basata in gran parte su errori commessi nel corso del tempo.

Consigli utili per il controllo del posizionamento

  • Considera che alcuni giorni della settimana e del mese non sono il massimo per potersi dedicare al controllo del ranking. Ogni lunedì, infatti, molto probabilmente ci sarà da pianificare il resto della settimana e, ad inizio mese, spesso bisogna controllare molti aspetti non solo tecnici (gestione campagne online ecc.) ma anche fiscali e burocratici. Per tutte queste ragioni, prediligi giorni compresi dal martedì al giovedì.
  • Punta a far coincidere l’analisi del ranking di ciascun sito con i report di Google Analytics in modo tale da percepire quali sono i reali effetti dei tuoi interventi SEO senza mai dimenticare che il check cui faccio riferimento rappresenta solo un aspetto fra i tanti da dover considerare.
  • Sconsiglio di attivare opzioni che consentono di inviare direttamente il report al cliente senza un commento, bada bene personalizzato. In questo modo potrai approfittare del contatto via email per restare in contatto (perdona il bisticcio di parole) con il tuo cliente intercettandone, in tempo, nuove richieste/esigenze).
  • Punta a realizzare report semplici ed intuitivi con una raccolta di dati essenziali e calibrati in funzione del destinatario. Infatti, non tutti hanno le stesse conoscenze tecniche e/o cercano le stesse informazioni nei report.
  • Se il report prende in considerazione keyword concordate e keyword non concordate punta a distinguere in modo netto e preciso le une dalle altre o con simboli colorati oppure realizzando documenti distinti. Potrebbe sembrare banale ma la scelta del metodo per flaggare un gruppo di parole chiave piuttosto che un altro può trasmettere sensazioni differenti. Basta cercare su Google “colori e sensazioni percepite” per trovare interessanti articoli ed approfondimenti su questo argomento.
  • Verifica sempre che il documento prodotto possa essere facilmente stampato e condiviso. Non tutti utilizzano sempre e comunque il computer per le proprie attività. Come direbbe un mio affezionato cliente, chi è “della vecchia guardia” non sfrutta tutte le potenzialità delle nuove tecnologie e si fa bastare l’email lasciando ipad and Co. al resto del suo staff.

Potremmo andare avanti oltre ma molto dipende soprattutto dai collaboratori e dai clienti con cui ti interfacci per la gestione di progetti Seo. Considera che pur avendo definito un tuo step by step che ti consente di dare il massimo nel controllo e nel commento del Ranking dovrai sempre essere pronto ad adattare ogni fase alle esigenze di ogni cliente/agenzia.

Chiaramente vi sono casi in cui è importante che tu definisca dei paletti per una gestione ottimale di ciascun sito Internet. Essere collaborativo con i tuoi partner incrementa la possibilità che anche loro siano collaborativi con te garantendo accessi, condividendo informazioni chiave per la realizzazione di contenuti ecc.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *