SEO Power di Giorgio Taverniti (seconda edizione)

By | 10 aprile 2014

Giorgio Taverniti e’ il fondatore della GT Idea e di uno dei più attivi forum italiani dedicati al Web Marketing, SEO e Social Network. Impegnato nell’attività di consulenza, formazione e nella gestione di una community di oltre 100.000 specialisti del Web.
In questi anni ha contribuito alla formazione di oltre 20.000 persone stimolando l’interesse e la crescita dei partecipanti attraverso un’opera quotidiana di condivisione della conoscenza. Dal 2007 collabora con l’Università degli Studi dell’Aquila per il Master in Web Technology e dal 2012 con il Master in Fundraising dell’Università di Bologna. Autore del libro SEO Power per Hoepli.

Potete seguirlo su Youtube dove ha appena lanciato una rubrica settimanale (il link è http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=giorgiotave), su Google Plus (https://plus.google.com/+GiorgioTaverniti82/posts) o Twitter (https://twitter.com/giorgiotave).

Partiamo con le domande su Seo Power

1) Ho notato che tu hai realizzato un libro molto poco “tech” e ma molto vicino a contenuti e mondo Social. Perché questa scelta?

SEO Power è un libro che ha seguito le evoluzioni della SEO. Nato da tutta una serie di considerazioni dei primi anni 2000, si è evoluto seguendo però un percorso didattico. La strutturazione del libro è pensata proprio per un pubblico che vuole partire dalle basi e cerca di carpire i meccanismi principali.

Per forza di cose è molto vicino a contenuti e mondo Social, visto che la SEO è sempre stata quella di far trovare “cose” a chi le sta cercando. E le persone cosa cercano? I Contenuti.

Nell’oramai celebre pagina della raccolta delle definizioni SEO ecco la mia:

Fotografando la realtà di quello che sta accadendo, mi piace dire “una volta bisognava saperle le cose; oggi è importante saperle cercare”. Ecco, l’arte della SEO consiste nel saperle far trovare facilmente, queste “cose”. Io percepisco la SEO come uno stile di vivere il web, infatti mi porto dietro il mio bagaglio culturale e il modo di pensare in ogni ambito del web. La SEO ti da quella marcia in più rendendoti comprensibili molti altri ambiti, cosa che non succede con il resto dei settori del web.

I Contenuti sono sempre il cuore. Oggi si parla di Content Marketing. È quello che ho fatto nel 2003 quando sono approdato nella rete. La SEO è si cambiata, ma il cuore per chi vuole arrivare al successo è sempre quello. E lo si diceva anche in quegli anni, solo che erano in pochi ad ascoltare, ora sono molti di più.

SEO Power però ha anticipato anche i tempi: chi lo ha preso appena uscito si ritrovava a leggere di cose che in Italia ancora non erano visibili e lo sarebbero state nei messi successivi. È successo sia con la prima edizione che con la seconda, cosa di cui e Cosmano Lombardo siamo molto fieri (Cosmano è colui che ha passato le notti insieme a me per rendere il libro quello che è oggi, anche se ancora non siamo soddisfatti al 100%.).

C’è stato un tempo in qui i social influenzavano la ricerca (specialmente Twitter con il Real Time di Google oramai defunto), oggi è tutto Google+ Centrico. Questa oggi è la mossa di Google. I Social Network non influenzano la ricerca. Google Plus influenza i risultati privati (My Answers).

2) Hai trattato il posizionamento dei video su Youtube. Ritieni Youtube molto utile per le aziende di oggi?

YouTube è un “social network” molto interessante e YouTube stesso spinge molto le persone a iscriversi al canale. Con la nuova grafica ha potenziato molto questa opzione per far in modo che le persone usufruiscano in modo sempre più frequente dei contenuti.
Quando postiamo un video di YouTube…e abbiamo 1.000 persone iscritte al canale, se quelle 1.000 persone si collegassero 1 volta a settimana probabilmente tutte e 1.000 vedrebbero quel video nella loro home.
Possiamo dire lo stesso degli altri social?
Direi che sicuramente è molto incisivo e le aziende dovrebbero sfruttarlo di più per avere un contatto diverso, più forte, con le persone che sono interessate ai loro contenuti.

3) Perché hai scelto di condividere tanti link e tool utili con i tuoi lettori?

Per me gli approfondimenti sono molto importanti. Prima di ogni cosa c’è una selezione accurata delle fonti e già questo è qualcosa di veramente importante. Nel libro ci sono le migliori risorse.
Poi è un modo per creare un libro che possa essere per un pubblico più ampio. Bisogna cercare di mantenere lo stesso livello durante tutto il libro altrimenti se ne perde in fluidità e comprensione.
Quindi i link sono adatti a chi vuole approfondire quello specifico argomento. I rimandi interni sono importanti invece per avere un quadro di tutta la materia.

4) So che pensi che esistono sostanzialmente due tipi di SEO: quelli che si dedicano ad un solo sito  e quelli che si occupano della promozione di più clienti. Continui ad avere  questa visione?

Probabilmente non mi riferivo alla tipologia di SEO in base agli interventi che un SEO può fare, altrimenti si creerebbe una lista infinita.
Rimango dell’idea ancora oggi che esistono persone che fanno SEO per un solo progetto e quelli che fanno SEO per più clienti.
Si, i Social non hanno influenzato questa tipologia di suddivisione, che probabilmente rimarrà tale.

5)  Anche per te la Seo è morta? Le vendite di Seo Power dimostrano il contrario :)

Il mio pensiero non è cambiato: considerando che la SEO sta diventando una materia sempre più difficile da comprendere, le persone che ruotano nei settori contigui tendono a ignorarla, cercando di spingere i loro clienti a investire in altri settori dove è più facile, secondo queste persone, ottenere dei risultati in breve tempo. E sentirete sempre più spesso dire che “la SEO è morta”. Sapete qual è il problema? Dai primi anni duemila si è iniziato a dire che la SEO è morta: da allora noi continuiamo a dire che si sta solo evolvendo. Oggi più di ieri la SEO è vitale per un progetto web ben fatto, anche perché tocca ambiti che vanno al di fuori dell’ottimizzazione dei siti e che influenzano i tanti settori del web marketing. Purtroppo, d’ora in avanti sarà necessario possedere competenze sempre più elevate per capire come funzionano i motori di ricerca. Oggi come ieri, possiamo affermare senza tema di smentite: la SEO è sempre più viva!

Approfondimenti consigliati:

 

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *