Come scegliere le keyword attraverso l’analisi del sito Web?

By | 7 gennaio 2014

Le parole chiave intorno alle quali realizzare nuovi contenuti possono essere ricercate anche a partire dall’analisi del traffico di Google Analytics (sia esso organico o a pagamento). In ogni caso, questa strategia SEO presenta limiti evidenti soprattutto se si fa riferimento al solo traffico organico.

Il rischio principale è quello di restare imbrigliati nella rete dei contenuti già realizzati. Un esempio concreto chiarirà meglio il tutto. Se dovessi realizzare nuovi post a partire dall’analisi del solo traffico organico (bada bene, qui parlo delle keyword e non di altri aspetti messi ben in evidenza da Google Analytics) realizzerei molti post sul mondo di Freelancer e dei freelancer in genere mettendo da parte il mio reale core business.

Infatti, alcuni miei post su Freelancer e su come lavorare online da casa hanno un buon grado di visibilità con picchi di traffico in caso in periodi particolari dell’anno (inizio autunno ecc.).

Come comportarsi in casi come questo?

A tal proposito, inizio con il ricordare un video di Whiteboard Friday di tempo addietro in cui si chiariva che l’ideale è pubblicare contenuti relativi ad argomenti che potremmo definire “in fase di crescita” e che non hanno ancora raggiunto il picco massimo d’interesse. Questo significa saper guardare oltre anticipando in parte i tempi e, soprattutto la concorrenza.

Strumenti utili nella scelta delle parole chiave

Certamente saranno molto utili i tool online per la scelta delle parole chiave (a partire da quello messo a disposizione da Google Adwords). In caso come questi, comunque, Facebook, Twitter ed i forum di settore consentono di percepire al meglio quali sono gli interessi del momento e “cosa sta venendo fuori di nuovo”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *