Come aumentare la Link Popularity di siti Internet aziendali

By | 3 giugno 2012

In quest’ultimo periodo ho studiato in modo più approfondito tutto quello che riguarda il link building per i siti aziendali. In fase di studio ho notato una grossa differenza tra le azioni che si possono intraprendere per un e-commerce o per un sito dedicato ad eventi piuttosto che per un sito Internet relativo al settore aziendale.

Vi sono casi in cui il team aziendale fornisce pochi contenuti prima di tutto per l’avvio del progetto e ancor meno per tutto quello che attiene alla link building. In merito alla raccolta di contenuti rimando alle indicazioni di “The copywriter’s Handbook“.

Personalizza la tua strategia di link building

  • Inserimento directory – Questa fase non merita un elevato grado di impegno. E’ importante selezionare con cura le directory in cui sarà effettuato l’inserimento in modo tale da no prendere in considerazione directory penalizzate.
  • Blog (aziendale) – Consigliare la realizzazione di un blog aziendale in cui pubblicare post tematici. Questa fase richiede anche un certo grado di formazione del team aziendale in modo tale che possa continuare nel tempo l’aggiornamento del blog con post relativi a progetti realizzati ecc.
  • Analisi del sito Web – In molti casi un’analisi attenta metterà in evidenza delle carenze a livello dei contenuti pubblicati. Ad esempio, puo’ rilevarsi utile una presentazione più approfondita dei propri partner, il download di schede prodotto da poter salvare in PDF o stampare ecc.
  • Le due precedenti fasi ed altre che potranno essere messe in evidenza a seguire hanno l’obiettivo di “rendere più attraente il sito rispetto ai link in ingresso“.
  • L’analisi del sito Web è opportuno che sia seguita dall’analisi del team aziendale in modo tale da conoscerlo al meglio sfruttandone al massimo tutti gli aspetti positivi. Ad esempio, se nell’analizzare un team notiamo una forte propensione a realizzare post su più blog (ma in modo errato) ed una forte tendenza a partecipare a discussioni in blog/forum allora è importante intervenire in tal senso correggendo lo stile seguito all’interno dell’azienda. Molte volte basta davvero poco: gli errori, in genere, sono pochi ma tendono a ripetersi.
  • Social – Questo aspetto va analizzato con la massima cura. E’ importante evitare di realizzare account che poi rimarranno inutilizzati. A tal proposito, il cliente deve essere cosciente del fatto che i Social consentono di interagire con “influencer” o potenziali clienti. Sfruttare i Social solo ed esclusivamente a scopo SEO (per mettere un link nella schede delle Informazioni…) non rappresenta una strategia vincente a medio e lungo termine.
  • Motore di Ricerca interno – La realizzazione di post e, in generale, di nuovi contenuti può essere basata anche sulle chiavi di ricerca inserite in un Motore di Ricerca Interno.
  • Al punto precedente aggiungerei anche la realizzazione di uno o più minisiti monotematici (possibilmente su temi per te importanti). Nell’analizzarne le chiavi di ricerca otterrai non solo spunti per i contenuti del sito a 360° (da post del blog aziendale sino a risposte da aggiungere in una sezione dedicata alle domande frequenti).

Integra la link building con la Strategia Seo

A parte il primo punto delle indicazioni che trovi qui sopra, il resto è basato soprattutto sull’analisi del tuo progetto Web da più punti di vista. Per poter affrontare siti Internet anche molto differenti tra loro è importante definire dei criteri alla base di ogni step della tua Strategia Seo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *