Qual è la frequenza di pubblicazione corretta per blog?

By | 13 luglio 2015

Fino a poco tempo fa credevo che una frequenza di pubblicazione settimanale sarebbe stata ottimale visto e considerato che in passato pubblicato qualche post in modo irregolare e senza una pianificazione precisa. Poi sono arrivati due libri che ho letteralmente divorato. Il primo è Fare Blogging di Riccardo Esposito che ho acquistato su Ibs. Vuoi sapere quanto ci ho messo per leggerlo? Meno di due giorni. L’ho letteralmente divorato con grande piacere durante un fine settimana.  Subito dopo ho attaccato con Manuale di Seo Gardening di Francesco Margherita. Per essere un giardiniere se la cava davvero bene in fatto di Seo! :)

Battute a parte, sto seguendo i loro consigli e, proprio per questo, nelle prossime settimane vedrai il blog rivoltato come un calzino. Molto probabilmente l’impostazione grafica rimarrà la stessa ma tutto quello che attiene l’architettura dei contenuti, quantità e qualità di testi pubblicati oltre, come accennato, la frequenza di pubblicazione, saranno rivisti e corretti.

Hai letto bene, corretti! Non esiste termine migliore da poter usare visto e considerato che grazie alla lettura di questi due libri che ti consiglio ho scoperto di commettere molti errori sia nella gestione del mio blog che nella realizzazione dei contenuti.

Come fare blogging in modo efficace

Ordina anche tu Fare Blogging e Manuale di Seo Gardening. Leggili seduto alla scrivania con un block notes ed una matita a portata di mano (ok, se sei più tecnologico di me per queste cose usa il tablet) e prendi nota al volo di tutti gli errori da correggere sul tuo blog e delle parti che meritano un check attento.

Per quanto mi riguarda, ho notato che spesso era errata la categorizzazione anche se, devo ammetterlo, mi ha stupito molto quanto possa essere importante la frequenza di pubblicazione soprattutto all’inizio. D’altronde, pubblicare un post alla settimana significa che a fine anno avremo dato in pasto a Google solo una cinquantina di post. Invece, è ben diverso se decidiamo di pubblicare almeno tre differenti tipologie di articoli a settimana. Otterremo così il triplo dei contenuti pubblicati a vantaggio del traffico generato.

Ma come riuscire in questa impresa?

Credo che la chiave di tutto stia nell’accettare di mettersi in discussione non puntando a realizzare solo ed esclusivamente contenuti commerciali per convertire ma articoli che mettano in evidenza le specifiche di ogni consulente. Come è possibile immagine, questo aspetto è più efficace soprattutto nel caso dei consulenti piuttosto che delle agenzie. A tal proposito, ricordo anche una frase che suona grosso modo così “chi piace a tutti non piace a nessuno”. Come dire, metti nel computo qualche “vaffa” perché arriverà anche qualche “complimenti”.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *