Il senso del controllo del Ranking oggi

By | 23 agosto 2014

I contratti per il posizionamento di un sito Internet sono spesso basati sul controllo del ranking dello sesso come punto di riferimento per definire specifici obiettivi da raggiungere. Ma fino a che punto ha senso questo tipo di check? La cosa può essere presa in considerazione da più punti di vista. Ad esempio, uno prettamente contrattuale  ed un altro più tecnico. Partiamo dal primo.

Un accordo SEO basato sostanzialmente sul raggiungimento di piazzamenti specifici sui Motori di Ricerca necessità di una serie costante di check per lo meno a frequenza mensile.  E’ importante, infatti, eseguire i check con regolarità, costanza e sempre nello stesso modo. In caso contrario, non avremmo dati precisi e completi da poter analizzare nel tempo.

Vi possono essere accordi SEO basati non necessariamente sui piazzamenti. Si pensi, ad esempio, a volumi di traffico, conversioni ecc. A mio modesto avviso, anche in questo caso, può rivelasi utile il check in relazione a keyword che il consulente potrà definire sulla base degli obiettivi commerciali predefiniti. In questo caso, inoltre, la scelta delle keyword e di tutti i parametri collegati al check potrà essere definito sfruttando tutti i dati reperibili attraverso Google Analytics.  In Google Analytics, gran parte dei dati relativi alle parole chiave ed al traffico organico sono “mangiati” ormai dalla voce “(not provided)” ma non per questo non vi sono dati da sfruttare.

Alcuni dati che analizzo per impostare e personalizzare i miei dati per il check:

  • Provenienza geografica e linguistica del navigatore – Nel definire questo parametro analizzo anche le specifiche del sito (multilingue?) e gli obiettivi commerciali definiti dal cliente
  • A parte il (not provided) è disponibile una lista di keyword che ha generato traffico. genero un Excel che dovrà, però, contenere dati rilevanti dal punto di vista numerico e, proprio per questa ragione, miro a definire un arco temporale concretamente utile. Attenzione: nella definizione di questo arco temporale dovremo prestare attenzione a non considerare periodi di transizione per interventi su grafica o contenuti.
  • Contenuti, appunto! L’analisi di tutta la sezione dedicata ai contenuti consente di individuare quali sono gli argomenti che interessano di più  e quali meno. Nel considerare aspetti di questo tipo vanno sempre tenute a mente tutte le possibili oscillazioni stagionali in grado di incidere sull’interesse o meno da parte del cliente su uno o più prodotti. Per intenderci, basterà pensare al gelato ed a quanto possa essere diverso dell’utente medio in estate piuttosto che in pieno inverno.
  • Last but not least, l’analisi dei dati derivanti dal collegamento a Strumenti per webmaster. Grazie ad esso è possibile definire una lista di keyword che sono collegate al nostro sito e sulle quali potremmo lavorare intervenendo sui contenuti pubblicati ecc.

Indicazioni utili:

  • Tutte le volte che sono davanti a dati che reputo utili ed interessanti li esporto in Excel o .csv (meglio evitare il .pdf poiché non mi aiuta nell’elaborazione dei dati).
  • Predispongo sempre un Excel di sintesi in cui integrare anche altri dati e spunti raccolti da fonti differenti (ad esempio, keyword o spunti utili raccolti nell’analizzare i contenuti del sito).
  • Al di là di quale software utilizzare, è sempre meglio definire impostazioni che siano in linea con il comportamento umano. Molti software consentono di controllare, pause, numero di check ed altro. La programmazione dei check, inoltre, consente di “spalmarmi nel tempo” rendendo il tutto molto più umano e riducendo al minimo il rischio di un fastidioso blocco di IP.
  • La lista delle keyword? Meglio poche ma buone e senza inutili ridondanze.
  • Niente ansia o para che molte volte portano ad effettuare check del ranking particolarmente frequenti (quasi giornalieri). In qesto caso, io consiglio di dedicare lo stesso tempo a Google Analytics che permette di conoscere meglio il cliente potenziale ed acquisito.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *