Posizionamento Local SEO efficace

By | 1 settembre 2012

Il posizionamento Local è molto importante in settori come quello turistico ed altri ancora. Ad esempio, la visibilità a livello Local per un hotel o un bed and breakfast è in grado di garantire traffico qualificato di ottimo livello. In questo caso farò riferimento soprattutto a Google Local.

Google garantisce la possibilità di compilare delle schede in modo completamente gratuito. La difficoltà, però, sta nel saper sfruttare al massimo questo mezzo a nostra disposizione.

Iniziamo con l’eliminare alcune distrazioni (inutili per chi muove i primi passi in Google Places.

  • Nel compilare la tua scheda non badare alla percentuale di completamento della stessa. Il tuo obiettivo non deve essere quello di raggiungere il 100% come se fosse il Finish di una maratona di oltre 42 Km. L’obiettivo primario deve sempre essere quello di ottenere contatti qualificati fornendo informazioni che sono in grado di generare conversioni (contatti, prenotazioni, vendite ecc.).
  • I campi che Google mette a tua disposizione ti consentono di condividere molte informazioni (Url, mail, fotografie, video ecc.). Sfrutta tutti i campi che puoi sfruttare ma seleziona con cura le informazioni da pubblicare.
  • Spesso, nell’ottimizzare delle schede già pubblicate, aggiungo informazioni e dati che il cliente stesso ha a propria disposizione. Pertanto, ricordati di condividere tutti i contatti aziendali ecc.
  • Una volta completata la scheda di Google Places ricordati di attivare un promemoria in un tuo to-do lister in  modo tale da sapere quando dovresti ricevere (orientativamente) il Pin da Google. Se, invece, hai compilato la scheda per conto di qualcun altro, ricordati di inviare anche una mail al tuo contatto con la data in cui hai eseguito il tutto e la data in cui dovrebbe arrivare il Pin. Tutti quelli che si occupano della posta nell’azienda inserita in Google Places devono attendere la lettera da Google. Questo riduce al minimo che vengano cestinati i Pin di Google.

Cosa fare per immagini e video

  • Metti da parte il materiale di questo tipo recuperandolo online da canali Youtube del cliente, dal sito aziendale o da altri profili presenti online e/o entrando in contatto diretto con il cliente stesso che potrebbe disporre di risorse non ancora pubblicate.
  • Scegli video ed immagini che possano generare un maggior numero di conversioni (la definizione del profilo del cliente finale nella fase preliminare del progetto Web ti aiuterà certamente ad affrontare questa fase in modo sereno e determinato).
  • Prima di caricare uno o più video ricordati sempre di visionare con attenzione ogni video dall’inizio alla fine.

Potremmo andare avanti molto a lungo ma qui ho preferito mettere soprattutto in evidenza errori e sviste riscontranti nel lavoro. Per ogni dubbio o domanda su tutto il resto usa pure i commenti qui sotto!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *