Come utilizzare al meglio i tuoi reseller

By | 28 dicembre 2012

Strategie Seo per e-commerce: link a portata di mano

Molti e-commerce hanno già a disposizione una vera e propria lista di reseller ai quali garantiscono percentuali variabili da caso a caso a seconda del mercato, dei volumi di vendita ecc.  L’esperienza insegna che questa lista di contatti spesso non è sfruttata al massimo in modo tale da accrescere vendite e posizionamento dell’e-commerce.

Le strategie Seo che si possono applicare variano da caso a caso e certamente sono condizionate da fattori come il proprio modo di lavorare, il tempo disponibile, il tipo di accodi presi con i reseller ecc. E’ consigliabile sempre e comunque impostare un rapporto di reciproca fiducia che non si fermi ad un mero copia e incolla di codice da poter inserire in un blog o sito Web.

Infatti, applicare strategie di questo tipo riduce di molto l’efficacia delle azioni che possiamo intraprendere. E’ un po’ come mettersi gli occhiali da sole per vedere i fuochi d’artificio. Davvero un peccato, insomma!

La gestione di un e-commerce, errore dopo errore, consente al titolare dell’attività online di maturare un grado di conoscenza crescente del Web ma questo non è affatto detto che valga per i reseller. Per questo, è consigliabile fornire indicazioni e suggerimenti utili.

Come utilizzare i reseller a scopo Seo

Le soluzioni possono essere varie a a seconda del volume di contatti da gestire.

  • Prima di tutto, crea una sezione dedicata solo ai reseller in cui sono disponibili tutti gli strumenti per poter lavorare al meglio.
  • Nella stessa sezione potrai pubblicare tutte le indicazioni che reputi più interessanti soprattutto in termini di contenuti da realizzare.
  • Prevedi l’attivazione di una newsletter attraverso la quale inviare aggiornamenti ed informazioni.

Se il numero iniziale di contatti è minimo o, comunque, gestibile direttamente ti consiglio di contattarli via mail gestendo direttamente con loro gli interventi sui siti in cui comparirà il tuo marchio. Ricorda sempre di definire con precisione e chiarezza tutti gli aspetti relativi ai contatti via email tra te ed i rivenditori donde evitare di apparire scortese e fare (involontariamente) spam.

In questo modo, in breve tempo conoscerai da vicino le reali esigenze dei tuoi rivenditori riuscendo a fornire risposte precise e puntuali.

E’ importante controllare con regolarità tutti i dati relativi ai reseller in modo tale da gestire i contatti ottenuti ed intervenire di conseguenza. Analizziamo alcuni scenari per chiarire meglio il punto.

Scenario 1: reseller performante

Noti che il numero di visite e vendite generato ti soddisfa ed è crescente nel tempo. Un caso come questo può essere gestito da parte tua in modo passivo senza interazione alcuna oppure, come mi permetto di consigliare, entrando in contatto con il rivenditore via email per ringraziarlo e complimentandoti per il risultato raggiunto. Considera che la realizzazione di modelli di email consente di ottimizzare al massimo i tempi nella gestione di questi passaggi. In caso di interventi di maggiore portata puoi prendere in considerazione Group Mail o altre soluzioni.

Scenario 2: reseller parzialmente performante; il sito/blog è fortemente profilato ed interessante (anche a livello Seo).

In questo caso è necessaria prima di tutto una tua analisi. Il primo passaggio è capire come sono realizzati i contenuti (aggiornamento, qualità dei testi realizzati ecc.) per poi passare alla visibilità reale del tuo brand. Controlla, ad esempio, se ti è stato garantito uno spazio minimo a fondo pagina o, in alternativa post dedicati. Per ultimo, effettua un controllo più tecnico che preveda un minimo di analisi Seo (puoi usare uno dei tanti tool disponibili online o un’estensione Firefox in questa fase). Sulla base di quanto verificato valuta che indicazioni fornire.

Qualora notassi che il blog/sito è poco aggiornato, allora punta soprattutto ad indicazioni che possano accrescere il tuo posizionamento pur non incidendo sui contatti ottenuti dal reseller. Invece, se il reseller è molto attivo online ma non segue una metodologia efficace indicagli il percorso migliore fornendogli tutte le motivazioni che cerca (più visite, più vendite, più profitti con Google Adsense e/o altre rivendite ecc.).

Scenario 3: reseller con performance prossime allo zero e sito/blog poco rilevante a scopo Seo.

Consiglio di escludere ogni interruzione dei contatti. In caso come questo, rendi sempre disponibili online tutte le informazioni relative alla rivendita dei tuoi prodotti/servizi.

Alcune riflessioni sull’uso dei reseller

  • Considera che, a seconda del volume di contatti da gestire, dovrai variare la tua strategia
  • Non scartare l’eventualità di realizzare un sito dedicato esclusivamente alla rivendita.
  • Sfrutta al massimo slides, video ecc. per realizzare contenuti utili ai reseller nella promozione ed a te per far conoscere questo aspetto della tua attività.
  • Garantisci uno o più premi di visibilità su blog, Social Network o sito ai rivenditori più performanti.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *