Come scrivere news per ottenere traffico qualificato

By | 4 marzo 2013

In molti tempo che il tempo dedicato allarealizzazione di post per un blog aziendale sia tempo perso. Si crede spesso che serva solo a riempire il sito di contenuti che, al massimo, generano traffico ma non conversioni. In parole povere tanto funo e niente arrosto perché non genererebbero nuovi clienti/profitti.

In realtà non è così. Tutto sta nel definire un piano editoriale ben strutturato che consenta di pubblicare costantemente contenuti interessanti e, soprattutto fortemente in linea con il target di riferimento. Ad esempio un blog o una sezione News si rivelano inefficaci quando statistiche come Google Analytics rivelano un incremento di traffico organico per keyword non correlate con i servizi/prodotti offerti.

Non si tratta, quindi, di realizzare una sezione con contenuti in più ma con “contenuti qualificati in più”.

Cosa scrivere nelle news?

Il Web è in grado di fornire molti spunti di riflessione a partire dai quali poter costruire news che attraggano il nostro target e convertano.

  • si possono attivare sondaggi riguardo temi da affrontare in post dedicati
  • il coinvolgimento del nostro pubblico attraverso i commenti ai post già realizzati consente di verificare quali settori interessano o meno
  • In caso di pubblicazioni di guide e miniguide PDF la quantità di download ed i commenti ottenuti ci fornirà utili spunti
  • le ricerche interne al sito sono indicatore di un bisogno e non vanno affatto sottovalutate
  • Qual è il prodotto/servizio che interessa di più? Si può partire anche da qui per individuare temi su cui sviluppare delle news

Possiamo passare ai Social ed ai concorrenti:

  • Facebook e Twitter sono davvero di grande aiuto sia per la possibilità di impostare sondaggi che per quella di seguire conversazioni in modo molto semplice ed immediato.
  • In alcuni casi ho verificato che Linkedin era moolto più efficace di Facebook e Twitter. Si trattava di B2B. Chiaramente gli strumenti da utilizzare vanno valutati caso per caso.
  • Non si tratta di verificare cosa fano i concorrenti e di copiarlo. Ognuno di noi ha una propria identità che non deve mai essere messa da parte. Piuttosto si tratta di cercare sempre nuovi spunti di riflessione da cui partire per accrescere costantemente la propria immagine online.

Per ultimo ma non per importanza viene tutta l’attività di diffusione della news pubblicata e del coinvolgimento del pubblico di riferimento. Questo significa porre in essere azioni di questo tipo:

  • Attivare i commenti per consentire ai visitatori del sito di pubblicare il proprio punto di vista
  • Attivare i bottoni social e soluzioni simili
  • Diffondere la news attraverso Facebook, Twitter, Google+ ed ogni altro canale che consenta al nostro potenziale cliente di conoscerci.
  • In caso di Newsletter inserire un link alla news
  • Rispondere ad eventuali considerazioni/commenti ottenuti. Di recente ho commentato un articolo di un blog che seguo con regolarità e, dopo la pubblicazione del mio commento, non vi è stato alcun feedback. Perchè generare dispiacere/disappunto in un potenziale cliente?

Potremmo andare avanti ancora a lungo. Al di là di ogni altra indicazione,  l’importante è saper distinguere le vere news che sono nel pieno dell’interesse del tuo target da tutto il resto. Questo consente anche di pianificare la pubblicazione dei contenuti in modo più efficiente ed efficace.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *