Come realizzare un Title Vincente ed Accattivante

By | 24 luglio 2012

Il tag title vincente

E’ opportuno considerare che le opzioni di base sono varie. Prendiamone in considerazione alcune da cui partire:

  1. Title con keyword secca – Ad esempio, una pagina dedicata alla vendita di software di contabilità potrebbe avere un Title tipo “Vendita software contabilità” o simile.
  2. Title con keyword secca seguita dal nome dell’azienda – Sulla base dell’esempio precedente avremmo qualcosa tipo “Vendita software contabilità – WTA Associati” (nome di fantasia…). In passato, ho effettuato un test che mirava a mettere in evidenza il differente comportamento del sito a seconda che si applicasse la prima o la seconda soluzione. Nell’applicare la seconda ho notato un sensibile calo del ranking a svantaggio della visibilità online del sito Web.
  3. Title con keyword ma che abbia come obiettivo incrementare i click – In questo caso si mira ad attrarre il navigatore con Title d’effetto. In questi casi sono più frequenti i Title che iniziano con “Come…” ecc.

Cosa fare?

Direi che non esiste una ed una sola risposta. La soluzione varia a seconda della pagina da ottimizzare. Analizziamo questo punto nel dettaglio.

  • La home page merita una particolare attenzione da questo punto di vista. E’ preferibile ottimizzarne il Title prendendo come riferimento la chiave primaria e non una secondaria o, peggio, tutte le chiavi in fila una dopo l’altra. In questa fase aiuta molto l’utilizzo di Excel per individuare la combinazione migliore anche in termini di Conversion Rate Optimization.
  • Per pagina dedicata ai contatti preferisco una soluzione tipo “[Brand] – Contatti”.
  • Per il classico Dove siamo, invece, aiuta mettere in evidenza la collocazione dell’attività commerciale promossa online. In pratica basta far seguire il Brand dalla città in cui si trova l’attività commerciale. Tornando all’esempio precedente, avremmo qualcosa del genere “[Brand] – [città(provincia)] – Dove siamo”.
  • E-commerce o siti in cui si offrono servizi di vario tipo possono presentare una struttura del tipo Categoria – Sottocategoria che consiglio di ripresentare nel Title nella forma “[Sottocategoria] – [Categoria]”.
  • Nel caso delle schede prodotto è da valutare con attenzione caso per caso fino a che punto impostare il title sullo stile “[nome prodotto]- [Sottocategoria] – [Categoria]” poiché la lunghezza del tag title e la presenza di differenti keyword nel tag stesso potrebbero diventare controproducenti anziché utili a scopo SEO.

Potremmo continuare a lungo con ulteriori esempi ma l’importante è avere a disposizione dei criteri di base da cui partire per affrontare il Seo dei siti di proprio interesse in modo efficace. Con il tempo ciascuno individua una strategia e delle tecniche di analisi e sintesi che reputa ideali. Pertanto, queste righe vanno prese soprattutto come uno spunto da cui partire.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *