Come impostare la scheda cliente Seo

By | 31 ottobre 2012

Questo articolo e’ rivolto soprattutto a Seo che iniziano a dedicarsi a questa attività e sono alla ricerca di spunti da cui partire per impostare la scheda cliente ed altri aspetti puramente pratici del quotidiano del lavoro. In particolare, l’impostazione di una “scheda cliente SEO” puo’ interessare soprattutto che si dedica a più progetti e non ad uno solo. Per il secondo caso sto pensando di realizzare una sorta di Agenda del Seo che consenta di integrare azioni prettamente Seo con altre attività del quotidiano (gestione delle vendite ecc.)

Andiamo al sodo!

Io ho una cartella con tutta una serie di modelli in cui ho inserito anche la cartella “Modello Scheda Cliente”. In essa sono presenti tutti i file che indicherò a seguire. In questo modo, mi basta un copia e incolla per poi rinominare la cartella con il nome del progetto da seguire (o l’url del sito da posizionare) ed ho già fatto molto in meno di un minuto.

La cartella Scheda Cliente Seo contiene:

  • una cartella “Preventivi” in cui posso salvare tutti i preventivi riferiti a quel progetti (doc, pdf, fax arrivati in formato pdf ecc.)
  • una cartella “Reportistica – Check Ranking” in cui posso raccogliere tutti i report inviati al cliente
  • una cartella da dedicare alla link popularity o, meglio al link earning
  • nella cartella indicata sopra potrai inserire due template: uno dedicato all’inserimento nelle directory ed un altro al Social Bookmarking. In questo come in altri casi, molto dipende da come decidi di impostare il lavoro (gli step che vuoi seguire ecc.).
  • infine un doc “scheda Cliente” da rinominare “Scheda cliente www.nomesito.com”.  Ne approfitto per farti notare che rinominare cartelle e file utilizzate per tutta la scheda cliente in questo modo consente di recuperare più velocemente delle informazioni su uno specifico progetto facendo riferimento all’Url. Insomma, è comodo se non trovi qualcosa.

Ma cosa deve contenere il file Scheda Cliente?

Ultimo ma non per importanza. Infatti, questo è uno dei file che uso più spesso. L’impostazione è strettamente collegata al tipo di progetto SEO da seguire ma ritengo che si possano definire dei criteri di massima.

  • Gli accessi. SE tutto va come ti auguro, con il passare del tempo crescerà il numero di siti Internet da posizionare e, conseguentemente, gli accessi da utilizzare. Per questo, è preferibile mettere subito in testa al file gli accessi che utilizzerai (ftp, account Google/Bing ecc.). Una nota relativa agli account Google: segnali sempre e comunque anche se hai uno solo account con cui ora fai tutto. In questo modo, se in futuro creerai nuovi account da utilizzare per lavoro non rischierai mai di perderti in un bicchiere d’acqua.
  • Annota, in sintesi, quanto concordato nel preventivo (servizi scelti, parole chiave su cui lavoro ecc.)
  • prendi sempre nota di tutti i dati fatturazione anche se si tratta di informazioni che hai memorizzato nel programma di fatturazione, gestione clienti ecc.
  • In alcuni casi il margine di manovra è limitato e viene richiesto di interfacciarsi con Agenzie Web, Web Master ecc. Annotane nomi, e-mail e ID Skype qualora lo ritenessi opportuno.
  • Infine predisponi due sezioni: Note e To-do list. In questo modo potrai mettere in evidenza informazioni importanti, step da porre in essere ecc.

Adatta questa impostazione al tuo modo di lavorare ed ai servizi offerti.

Altro?

Beh, io metterei nel computo che la Scheda Cliente Seo varierà molto caso per caso e dovrà essere oggetto di un check costante da parte tua in modo tale da ottenere un template che ti soddisfi a pieno.

2 thoughts on “Come impostare la scheda cliente Seo

  1. Antonio

    Ciao Danilo, buona idea la tua, soprattutto perchè fa risparmiare un sacco di tempo. Io stesso ho cominciato in questo modo ma quando i progetti sono diventati molti e più grandi necessitavo di qualcosa che mi permettesse una condivisione in tempo reale con i clienti. Per questo motivo ho cominciato ad utilizzare i crm online. Ovviamente ce ne sono di diversi tipi, prezzi e finalità. Al momento, dopo averne girati un pò, sto utilizzando Podio da 2 anni, tuttavia la parte delle scadenze non è proprio il massimo. Sto valutando Asana. Tu lo conosci?

    Reply
    1. Danilo Chiantia Post author

      Ciao Antonio e grazie mille per il commento.
      Al momento non uso nessuno dei due che hai indicato però ho sentito parlare molto e bene di Asana. Ne ho testati altri lavorando in un team non gestito direttamente da me ma,a dire il vero, erano scadenti. Non a caso dopo qualche tempo lo stesso amministratore li ha abbandonati.
      Chiaramente tutto dipende da come si lavora e dalla tipologia di progetti e clienti da seguire. Asana meriterebbe certamente un periodo di test.
      Felicità e successo!

      Reply

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *