Keyword Research

Scelta delle parole migliori per ottimizzazione SEO e PPC

Ricerca parole chiave webceo

L’ottimizzazione dei Motori di Ricerca inizia, in linea di massima, con l’analisi delle parole chiave. La Ricerca e la Selezione delle keyword deve essere trattata con grande responsabilità poiché le performance ed i risultati economici dei siti Internet dipenderanno dalle scelte corrette effettuate in questa fase. Se scegli keyword non appropriate rischi di non generare traffico qualificato e quindi alti livelli di conversioni. In casi peggiori, una scelta errata incide anche sui volumi di traffico generati dal sito nel suo insieme.
Per fare la scelta giusta si ha bisogno di uno strumento che generi informazioni attendibili sulla keyword popularity (volumi di ricerca) e sulla concorrenza (quanti siti web sono stati ottimizzati per una specifica keyword).

WebCEO per la ricerca delle parole chiave

La sezione dedicata alla ricerca e selezione dei termini migliori consente di poter ricavare dati utili tramite vari strumenti, primo fra tutti Google Adwords ma anche Google Analtycs. Il software consente di poter ricavare le keyword utilizzare dai concorrenti in modo tale da poterle includere nella propria lista. Ma le funzionalità non finiscono certo qui.

Keyword Research webceo
Il software mostra le ricerche mensili di Google (Keyword Demand), Concorrenza (Keyword Supply) e anche il KEY (indice di domanda/offerta) oltre alle visite generate dai Motori di Ricerca (qualora tu avessi attivato HitLens) garantendoti la possibilità di ordinare le keyword in funzione delle suddette metriche.

L’analisi della competizione Seo (“SEO Summary”) è basata su metriche come i volumi di ricerca mensili (globali e/o locali a seconda della tua scelta), KEI, visite misurate da HitLens web analytics, il posizionamento del sito su Google (o altri Motori di Ricerca), il numero di pagine con Title contenenti la keyword e il numero di pagine Web contenenti la keyword in qualunque punto della pagina stessa.

Io apprezzo molto la possibilità di controllare al volo parte dei risultati delle SERP per tutti o parte dei termini selezionati in fase di analisi. In questo modo, ho una visione molto più chiara su quantità e qualità dei concorrenti piazzati ai primi posti dei Motori di Ricerca.

Nello specifico, il  report “Competitor details”mette in evidenza il numero di back link e Google PageRank (oltre all’Alexa Traffic Rank) delle pagine concorrenti in modo tale da giungere ad una conclusione in merito alla forza della concorrenza in ogni singola keyword.

Se le keyword sono molto in target, ma non puoi raggiungere posizionamenti al top dei Motori di Ricerca, puoi pensare di investire in Pay per Click per queste parole chiave. Per costruire un’efficiente lista di parole chiave per campagne Pay per Click. L’apposito Tab dedicato alle stime di Google Adwords ti permette di raccogliere i primi dati sull’investimento medio giornaliero da cui partire.

Io apprezzo molto la possibilità di partire dal General Basket iniziale per poi creare dei veri e propri gruppi di keyword invece di una sola lista. Questa impostazione mi permette anche di pianificare al meglio quali sono le keyword primarie e secondarie e che termini considerare per la mia Content Strategy. L’ideale è, comunque, iniziare con la sezione “Find keywords” per poi passare alle altre.

Nel primo passaggio, richiederai le keyword dal database di Google di ricerche reali per ottenere indicazioni utili. Durante questo passaggio verificherai con quale frequenza è usato ogni termine e quanto è competitivo.  Web CEO calcola anche il KEY (Keyword Effectiveness Index)  in modo tale che tu possa ordinare rapidamente le parole chiave  verificando quali termini presentano il migliora rapporto domanda/concorrenza.

Nel secondo tab potrai analizzare la concorrenza SEO da due punti di vista. Riesamina le parole chiave in “Keyword summary” in modo tale da individuare quelle con minore concorrenza e per le quali il tuo sito Internet può competere con successo. Metti in comparazione visite e posizionamento attuali con concorrenza e popolarità.

Riesamina I tuoi primi 10 concorrenti e verifica dove la concorrenza è più debole. WebCEO ti indicherà il numero di back link, Google PageRank e Alexa Traffic Rank delle pagine Web concorrenti. Considera che puoi personalizzare molti parametri di questo check in modo tale da poter visualizzare ed analizzare solo i dati che reputi rilevanti.

 

Aggiornamento del 5 luglio 2014

Usando questa funzionalità ho imparato anche a conoscerne i limiti. Infatti, molte volte non genera delle liste di parole chiave di partenza soprattutto se la nicchia di tuo interesse è molto definita. Ed allora, come procedere? In casi come questi è molto più proficuo conoscere il maggior numero possibile di competitor a livello organico per individuarne le caratteristiche di base.

Bada bene, queste indicazioni fanno riferimento essenzialmente alla versione di base ossia alle opzioni disponibili senza sottoscrizioni aggiuntive.

 

(fonte immagini: webceo.com)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *