Come comportarsi con il cliente Seo non collaborativo

By | 4 settembre 2012

Cliente seo non collaborativoIn questo post scopriremo come gestire al meglio il cliente Seo non collaborativo. L’obiettivo è individuare uno o più step da seguire sin dalle fasi preliminari per gestire al meglio tutto il progetto senza inutili intoppi.

Iniziamo dalla fase che segue la conferma del progetto Seo…

Raccolta di dati ed informazioni utili

Per esperienza ho verificato che è molto più semplice chiedere al cliente di raccogliere dati come accessi ecc. una sola volta piuttosto che più volte durante l’anno di consulenza. Per questa ragione, ho realizzato un modello di e-mail per la richiesta di dati che rivedo e correggo sulla base di ogni singolo caso.  In questo modo, riesco anche a controllare al volo se ho già definito tutti i parametri importanti per lo sviluppo del progetto, se ho il preventivo firmato ecc.

Inoltre, questa mail è l’occasione per invitare il cliente a mettere in evidenza aspetti che per lui sono commercialmente rilevanti (uno o più concorrenti di riferimento, un obiettivo commerciale particolare ecc.).

Interessante notare che a questa e-mail risponde quasi sempre in modo preciso e puntuale anche il cliente Seo meno collaborativo che si possa incontrare. In seguito le cose potrebbero complicarsi. Pertanto è fondamentale valutare con grande cautela un parametro: quanto materiale ho a disposizione da poter utilizzare per la realizzazione di contenuti (link popularity ecc.)?

Ove possibile, punto alla raccolta di contenuti sin dalle prime battute. E’ importante, però, raccogliere in modo autonomo via Internet tutte le informazioni che si possono considerare rilevanti. Youtube, Linkedin, Facebook, Twitter ecc. sono contenitori molte informazioni da poter riutilizzare in modo proficuo.

Non dimenticare che il cliente potrebbe aver realizzato uno o più blog con contenuti originali (o meno). Per questo, è sempre procurarsi tutti gli url di blog ed ogni altro sito collegato a quello oggetto della promozione. Non di rado, il cliente dispone di più siti Internet oltre quello oggetto del Seo.

Come gestire la reportistica Seo e feedback

Il passo successivo a quello della richiesta della raccolta delle informazioni iniziali è dato dall’invio di report di vario tipo (check del ranking ecc.). Se riuscirete ad essere comunicativi rispondendo a dubbi, domande, inviando report ecc. avrete maggiori possibilità di ottenere la collaborazione del vostro cliente.

I Social. Consiglio di entrare in contatto con i clienti oltre che via e-mail anche attraverso messenger e Social (Facebook, Twitter…). In questo modo, incrementerete la possibilità di contattare i clienti se necessario. Non bisogna mai scartare il fatto che chi sta dall’altra parte può preferire un mezzo di comunicazione diverso dal nostro. Ad esempio, voi preferite le e-mail ma uno o più clienti preferiscono la messaggistica di Facebook per potervi contattare al volo da cellulare se e quando necessario.

E per Google Adwords? A clienti non collaborativi interessati a Google Adwords dedicherò un post ad hoc.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *