Come comportarsi con il cliente non collaborativo (Google Adwords)

By | 14 novembre 2012

Il lavoro di consulente Google Adwords ricorda, per certi versi, quello di un Seo Specialist vista la continuità d’azione da parte del consulte. Nel primo caso, potremmo forse dire che c’è un po’ di adrenalina in più soprattutto se si mettono da parte tutti gli automatismi nella gestione delle campagne.

La definizione dei ruoli

Questo primo passaggio consente di impostare tutto il resto nel migliore dei modi. Quale che sia la strategia che percorrerai con il tuo cliente e le quali che siano le scelte che prendere insieme, la definizione dei ruoli permettera’ ad entrambi di esprimersi al meglio delle proprie potenzialita’ a vantaggio dell’attivita’ online.

E’ preferibile che il consulente inviti al cliente a chiarire al meglio gli obiettivi commerciali da raggiungere ed il profilo del cliente di suo interesse. In quest fase, il consulente deve invitare il cliente a mettere da parte tutte le indicazioni di carattere tecnico e strategico collegate alla gestione della campagna.

Mi riferisco ad espressioni tipo “Vorrei aumentare il traffico” ed altre simili in quanto spesso ne viene fuori un piano non ben allineato con i principali obiettivi commerciali da raggiungere.

E’ importante definire le tempistiche in tempo utile invitando il consulente a considerare che e’ fondamentale investire del tempo in analisi, controllo e gestione delle campagne Adwords attive. Questo passaggio consente di evitare richieste “al volo” che rischiano di non soddisfare nessuno per i risultati ottenuti.

Il collegamento del Centro Clienti con l’account del cliente

I problemi piu’ grossi si possono presentare nel momento in cui possono intervenire sulle campagne Adwords sia il consulente che il cliente.

La situazione ottimale e’ rappresentata dal caso in cui la gestione delle campagne Adwords avviene solo tramite il Centro Clienti ed il cliente controlla i risultati ottenuti a livello di Google Analytics o tramite report generati da Adwords stesso.

Invece, nel caso in cui si lavori a quattro mani è molto probabile che vi sia un più ridotto controllo della situazione da parte tua.  In questo caso, è bene precisare subito con la massima precisione come preferite operare e perché. Se possibile, aumentate il numero di aggiornamenti sull’andamento dei lavori mettendo quanto piu’ possibile da parte gli aspetti tech ed evidenziando gli effetti della gestione efficiente ed efficace delle campagne attive in termini di conversioni ottenute (vendite, contatti ecc.).

Perché?

In questo modo, definirete di nuovo in modo chiaro ed esplicito il ruolo di ciascuno. Detto molto schiettamente, sconsiglio vivamente di puntare su concetti come “ho esperienza in campagne simili…”. Il cliente interviene sulle campagne perché ritiene di essere in grado di gestire il tutto, modificando annunci o parole chiave decisi da voi.

In sintesi

Definite i ruoli e vedrete che il cliente sarà più collaborativo ed otterrete migliori risultati dalla vostra gestione delle campagne Google Adwords.

Successo!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *