Come gestire e controllare una campagna Google Adwords

By | 15 luglio 2015

Chi gestisce da qualche tempo in modo autonomo una campagna Google Adwords ha molto probabilmente seguito almeno questi passaggi di base:

  1. creazione della campagna e pubblicazione della stessa
  2. qualche rifinitura collegata alla fatturazione (spesso non si hanno tra le mani tutti i dati relativi a fatturazione e pagamenti)
  3. Qualche rifinitura o modifica.

Nel seguire tutti questi passaggi, però, molto spesso si commettono degli errori non solo collegati a fatturazione e pagamenti (le sezioni che per molti sono le più ostiche) ma in relazione ad aspetti che incidono sulle performance delle campagne create.

Il servizio denominato Check di una campagna Google Adwords mira proprio a controllare una campagna attiva intervenendo su tutti quegli aspetti che incidono su clic, conversioni ecc.

Andiamo più nel dettaglio considerando gli aspetti base. Si consideri che, ovviamente, ogni campagna Google Adwords presenta delle specifiche ben precise per obiettivi commerciali ed altri parametri prefissati oltre che per gli errori commessi.

Scelta di parole chiave e budget giornaliero

Le parole chiave: in molti casi sono utilizzate keyword errate che non generano traffico qualificato ma fanno spendere solo soldi inutilmente, soldi che possono essere utilizzate per keyword concretamente utili o, semplicemente, per gestire in modo più ottimale il budget giornaliero. In altri caso, invece, le keyword potranno essere aggiunte per definire al meglio il target di interesse del gruppo di annunci e, più in generale, della campagna online.

Parole chiave e gruppi di annuncio:  l’organizzazione e l’ordine sono importanti davvero in tanti settori e tante situazioni, compresa questa. Infatti, alle volte è necessario creare nuovi gruppi in cui spostare le keyword di altri gruppi di annuncio. In questo modo, ogni singolo gruppo tratterà un tema specifico e sarà più performante.

Gli annunci: se non invitano a cliccare intercettando l’utente di tuo interesse allora qualcosa non va, ti pare?

Le impostazioni: in fase di creazione di una campagna spesso si trascura questa sezione sprecando inevitabilmente soldi ecc. Basti pensare al caso in cui si cerca traffico in una zona ben precisa (una provincia, per esempio) e poi si lascia l’impostazione Italia a livello geografico.

Perché la mia campagna costa troppo?

Potremmo andare avanti a lungi ma in questo caso preme solo mettere in evidenza alcune sezioni delle campagne online oggetto di attenzione in fase di check. Certamente, lo spreco di denaro collegato ad una campagna Adwords non ottimizzata regolarmente fa più presa su molti di noi ma non va affatto scartato quanto segue. Una campagna non ottimizzata:

  • non converte in modo ottimale
  • fa sprecare il tuo tempo
  • può incidere negativamente sulla tua immagine
  • non serve a niente!

Cosa ne pensi? Le tue campagne Adwords convertono?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *